UN  PW
Archivio Completo
Totale Pubblicate: 1
Tutte | Highlights
2012-11-06/18:58:05 Completo Visitato: 1888
Non procrastiniamo la felicità!
DETTAGLI:

In qualche modo cerchiamo sempre di mettere in ordine, meno ordine sentiamo al nostro interno, più ordine cerchiamo nelle cose che ci circondano.

Alla fine ci rassegniamo all'evidenza mostrata dalla nostra mente: avere problemi e soffrirne è naturale.

 

Se sul primo punto (avere problemi) si può anche essere d'accordo, sul secondo (soffrirne) dovremmo non esserlo.

 

Come più volte sostenuto e dimostrato, davanti allo stesso problema, persone differenti reagiscono in maniera differente. Generalmente chi non può fare a meno di soffrire tende ad etichettare l'altro che non soffre come superficiale, menefreghista o egoista. Bella scusa! Con se stessi. Alla fine chi sta meglio tra i due? E chi è più in grado, aiutando se stesso, di aiutare gli altri?

 

In realtà tutti noi incontriamo dei problemi ma possiamo avere dei problemi e decidere di non soffrire oppure averne e scegliere di soffrire. Nel primo caso ci siamo lasciati coinvolgere e sconfiggere, scoraggiamento e angoscia hanno vinto sul coraggio e la Visione.

 

Per alcuni la vita è sempre dura e difficile e i momenti di felicità sono brevi e passeggeri. Neanche nelle fasi di “non problema” o di “eventi positivi” sono in grado di rendersi felici, sostengono che è meglio prepararsi al peggio, tanto arriva sempre e se lo ripetono fino a convincersi. Purtroppo (per loro), così sarà.

 

La verità (purtroppo per chi non ci crede) è che la nostra ansia, inquietudine e depressione non è direttamente collegata alla causa proveniente dall'esterno, bensì a come i nostri pensieri si costruiscono, al modo in cui reagiamo all'evento provato, a come ci sentiamo quando crediamo che una persona ci ha deluso, al valore che diamo alla causa che ci ha scosso.

 

Esercitiamoci alla felicità, addestriamo la mente a dare il giusto peso alle cose, prendiamo consapevolezza di quanto tutto sia relativo al momento che stiamo vivendo e all'importanza che gli attribuiamo. Non aspettiamo che un problema più grosso arrivi per far passare in secondo piano quello minore.

 

Se troviamo € 100 per terra e siamo ricchi non ci faremo caso, al contrario se sono giorni che non riusciamo a mangiare per mancanza di denaro saremo gli uomini più felici della terra.

 

Si può addirittura finire su una sedia a rotelle e aver terminato di vivere oppure riscoprire la bellezza della propria esistenza come mai prima di allora avevamo fatto. Il mondo è pieno di questi esempi.

 

Se abbiamo difficoltà ad interagire con chi ci circonda, dentro di noi c'è già qualcosa che non va. Se non ci fidiamo di nessuno è perché, per primi, non riusciamo ad affidarci a noi stessi.

 

Ogni causa si dice che crei un effetto, se noi riusciamo a kambiare il nostro atteggiamento nei confronti della vita tutto intorno a noi avrà immediatamente un aspetto diverso.

 

È un po' come innamorarsi, tutto intorno si colora delle tinte più belle, ma la realtà delle cose non è cambiata, la nostra percezione si.

 

I problemi esistono, bisogna crescere ed affrontarli nel modo migliore, anche questo ci fa sentire vivi, produttivi e colmi di fiducia.

 

Non rinunciamo alla nostra felicità, cominciamo da oggi, da ora, immediatamente.

 

Alziamo lo sguardo da quello che fino ad ora ha reso negativa la nostra percezione e dirigiamolo altrove. Tutto sembra indicare che la vera felicità non ha una causa, è uno stato dell'Essere, a cui ci si può abituare se solo se lo si crede possibile e lo si desidera più di ogni altra cosa.

 

Se siamo ossessionati dal possedere qualcosa e rimandiamo il nostro stare bene al suo raggiungimento, se per qualunque ragione non lo raggiungeremo diventeremo tristi, arrabbiati, demotivati e senza più fiducia in se stessi e nelle nostre potenzialità. Al contrario di ciò che potremmo pensare, in realtà siamo sempre unici, straordinari e potenzialmente forti e felici.

 

Sleghiamo la nostra felicità dal raggiungimento di qualcosa in particolare, proviamo ad agire in ogni momento con il sorriso interiore di chi sta sperimentando un percorso, alla scoperta di nuovi ed eccitanti modi di vivere.

 

Apprezziamo ciò che abbiamo, non aspettiamo di non averla più per rimpiangerlo.

 

Sgombriamo la mente dalle sue illusioni, sentiamoci nel qui e ora. Se siamo a Roma non serve portare il pensiero a Palermo. Se sono le 8 di mattina non ci aiuta arrivare alle 22 pensando a quanto sarà finalmente bello quel momento: rischiamo di aver perso 14 ore della nostra preziosa vita.

 

Se ci piace fantasticare, usiamo la fantasia per visualizzare il meglio per noi, creiamo cose belle, aiuteremo l'Intento a realizzarle. Il nostro Intento creativo è uno dei poteri più intensi è ancora più sconosciuti a disposizione dell'uomo.

 

Esiste un solo modo di vivere concretamente la vita ed è quella di assaporarla momento per momento, senza fretta ma con determinazione e credo. Il tempo scorre velocemente anche senza il nostro aiuto, non serve accelerare un processo che già va troppo velocemente da solo.

Sentirsi in perfetto stato, essere certi che accadrà il meglio, anche senza la necessità di un perché, di una spiegazione, di un buon motivo. Avere la ferma certezza che gli Angeli e l'Universo intero stanno tramando per la nostra massima soddisfazione interiore, la nostra duratura felicità.

 

Respiriamo la gioia, oltre ciò che appare. In questo momento, non domani, tra un mese o un anno.

 

Sono ormai convinto che l'effetto precede la causa. Se stiamo bene, ci sentiamo uniti e in armonia con il mondo, vedremo accadere delle cose “strane”, le più belle, quelle che neanche noi avremmo mai potuto immaginare.

 

L'universo è più creativo della nostra più fervida immaginazione, noi dobbiamo solo porci in uno stato di accoglienza piena e benefica, di gioiosa sorpresa e di dolce emozione.

 

Per chi vuole approfondire l’aspetto razionale di quanto sostenuto, può leggere “ORA BASTA” nella sezione “Fidati di te stesso” all’indirizzo:

http://www.ingegneriadelpensiero.com/modules.php?op=modload&name=GestDoc&file=index&req=visualizza_documento&doc_id=46

  

Buona giornata e Straordinaria esperienza di vita

 

Eugenio Monsan


Iscriviti ORA alla nostra NewsLetter gratuita riceverai subito la 1° guida

 “I 7 pensieri primari
        per creare la tua vita più bella”




     

Lunedì-14/11
  
ma lei è pazzo o semplicemente stupido?
stupido è chi lo stupido fa ..

Sabato-01/10
  
Su cosa puoi focalizzare la tua attenzione per aumentare la qualità della tua vita?
Ci sono cose che non puoi controllare, gestire o indirizzare a tuo piacimento, altre sì!

Domenica-25/09
  
via della farnesina a Roma, palazzo crolla ..
La Verità è che tutto è transitorio e la maggior parte delle volte imprevedibile!!!

Giovedì-15/09
  
Tutti differenti e tutti diversamente necessari
4 sfumature di "vita"

Giovedì-04/08
  
I nostri Amici animali sanno perfettamente cosa vogliono e dove andare, ma soprattutto fanno una cosa per volta e fatta bene!
E noi?

Mercoledì-27/07
  
Il carcere di Santo Stefano
La più grande prigione di un uomo è quella che lui stesso si è costruita ..

Mercoledì-20/07
  
III) Area pratica per il "lavoro" su sé stessi.
"E fa l'Amore anche l'Anima"

Mercoledì-20/07
  
"Esercizio" sul Flusso secondo il Morphing
Impara ad utilizzare positivamente tutto quello che accade nella tua vita!

Venerdì-29/05
  
NON AVERE FRETTA, TROVA IL TEMPO PER ..
Abbiamo un grande Potere, il potere di creare la vita che desideriamo nel modo che vogliamo.

Venerdì-29/05
  
Walking Coaching lungo la Francigena
Avere una meta, un traguardo da raggiungere, un Sogno da realizzare, ci aiuta a vivere meglio ..


 Powered By APL Sistemi Srl
 Copyright © Ingegneriadelpensiero
home | Mental phisio Coaching | Contatti | Avvertenze | Privacy | Cookie policy