UN  PW
Archivio Completo
Totale Pubblicate: 1
Tutte | Highlights
2013-01-12/12:40:43 Completo Visitato: 2462
Il coraggio di ricostruire.
DETTAGLI:

Il coraggio di ricostruire.

Un rapporto, un’amicizia, un lavoro, una vita.

 

A volte manca, è venuto meno il coraggio di ricostruire. La mente non trova più i suoi riferimenti positivi e noi non abbiamo la forza, la giusta motivazione e l’energia di mettere un punto sul passato e ricominciare dal presente; forse non lo credevamo possibile o pensavamo fosse inutile provarci: non è così.

Un rapporto può finire, non importa se per causa nostra o di “forza maggiore”.

Se abbiamo perso il lavoro o quello che facciamo non ci soddisfa più allora alzarsi la mattina diventa faticoso e difficile.

Se un’amicizia ha deluso le nostre aspettative, forse erano solo le nostre aspettative, non dovremmo chiederci insistentemente se l’amicizia davvero esiste ma piuttosto domandarci perché volevamo essere legati a quella persona e che cosa siamo riusciti a dare con il cuore.

La vita che abbiamo vissuto fino ad ora non era la nostra, abbiamo sempre immaginato qualcosa di diverso per noi: perchè no? Perchè non cominciare ora?

 

Se ci poniamo mille perché e otteniamo nessuna risposta, potremmo sentirci inadeguati, incompresi e non aiutati: niente di più sbagliato!

Le ragioni del nostro malessere possono essere tante e di diversa natura ma la causa più importante è sempre nascosta all’interno della nostra mente. Pensiamo a quante volte è successo che lo stesso evento ha prodotto in persone distinte effetti totalmente diversi, addirittura opposti tra loro: stare di nuovo bene non solo è possibile ma è la sola cosa per cui siamo venuti al mondo.

La prima cosa da fare è rallentare e respirare, cominciare ad affrontare le cose passo dopo passo, mantenendo alta la concentrazione esclusivamente su quello che stiamo facendo in quel momento, senza distrarci. Nella maggior parte dei casi, quello che all’inizio sembra un problema insormontabile, perde di potere e consistenza se lo scindiamo in sottoproblemi più semplici, affrontabili senza sforzo e risolvibili in tempi brevi.

E’ inutile ripeterci mentalmente che in questi momenti reagire è difficile, cominciamo a farlo lentamente e con i nostri tempi. La lucidità e la determinazione che ora sembrano mancare cominceranno a riaffiorare con il passare delle ore e dei giorni: non chiediamo a noi stessi tutto e subito, arriva sempre un momento in cui le cose possono e devono accadere.

Il ”lato oscuro dell’anima” ci suggerirà subdolamente che qualcosa non va intorno a noi o dentro di noi: non diamo ascolto a quella vocina, vuole solo indebolirci, renderci inermi e passivi.

Noi siamo più forti, abbiamo la potenzialità di guardare ben oltre quello che appare ed è sufficiente una piccola luce in fondo al tunnel per ritrovare la strada: dobbiamo avere Fede e Coraggio, il coraggio di credere che là dove noi veramente vogliamo con il cuore la possibilità esiste.

Non lasciamoci travolgere da mille inutili perché, poniamoci le domande giuste, quelle che ci fanno sentire bene e ci motivano: qual è la cosa migliore che posso fare ora per me stesso?

L’energia che ci serve è già dentro di noi, se siamo disorientati si disperde, se ritroviamo i nostri Focus si concentra ed aumenta d’intensità. I segnali della nostra rinascita emozionale arriveranno subito: il mal di testa scompare, niente dolori alle ossa né muscoli contratti o indolenziti, solo tanta voglia di vivere la vita con una nuova irrefrenabile gioia interiore.

Là dove, disorientamento, affanno e malessere non facevano altro che attirare a se insoddisfazione e sensazione d’impotenza, ora ci sono Focus, Determinazione e Credo che moltiplicano le risorse a nostra disposizione e ne attirano di nuove.

Ci siamo involontariamente messi in uno stato di accoglienza benefica, sappiamo che il meglio per noi è solo dietro l’angolo e la strada da fare non richiede sforzo ma richiama soddisfazione e sorpresa.

E’ la nostra Rinascita Emozionale, sentiamo il valore del nostro corpo e ascoltiamo i suoi segnali, le emozioni che proviamo sono come una bussola che ci indica la strada da fare.

Fidandoci pienamente di noi stessi, stiamo dando valore ai nostri doni e sappiamo bene che il modo migliore per avere ciò che desideriamo è celato proprio nella manifestazione dei doni che possediamo.

L’Amore che scorre nuovamente dentro di noi è la dimostrazione dell’aiuto Angelico che stiamo ricevendo e gli eventi ce lo confermeranno istantaneamente.

Il nostro nuovo “Stato” permette alle cose belle e inaspettate di rendersi visibili (succedono cose strane!).

Siamo Kambiati, gli eventi non ci travolgono più ma giocano con noi, abbiamo ritrovato ciò che avevamo perso: non abbiamo più il tempo per essere insoddisfatti di ciò che manca, siamo troppo impegnati a soddisfare l’abbondanza che già fa parte della nostra vita.

Un rapporto che sembrava tramontato può ricostruirsi su basi nuove oppure ci rendiamo conto che è giunto il momento giusto di  godersi il tramonto consapevoli dell’alba di un nuovo giorno, un rapporto ancora più bello del precedente sta nascendo.

Il lavoro che facciamo si è arricchito di nuove opportunità oppure ci sta dicendo chiaramente che siamo sprecati, non stiamo utilizzando al meglio i nostri doni: è arrivato il momento di Kambiare, di fare quello che abbiamo sempre desiderato ma non abbiamo mai avuto il coraggio di fare. Del resto passare 40 anni della nostra vita a fare qualcosa che non ci gratifica che senso ha? Un giorno guardando indietro dovremmo solo poter sorridere.

L’amicizia è Amore e l’amore si nutre giorno per giorno dello scambio reciproco e del valore che abbiamo scelto di dargli. E’ uno scambio energetico che deve arricchire entrambe le parti, se si è temporaneamente esaurito troverà nuova forza altrimenti ci sta aprendo alla possibilità di un nuovo incontro, di nuove importanti conoscenze.

 

Il dono della vita va onorato giorno per giorno e il modo migliore per farlo è essere veramente noi stessi, accettarci per come siamo ed esprimere la nostra essenza senza pregiudizi, limiti indotti o vergogna: se noi stiamo bene anche le persone intorno a noi se ne accorgeranno e vorranno migliorare la loro vita. 

 

Perché porre dei limiti alla gioia che è in noi?

 

Perché porre dei limiti alla grandezza che è in noi?


Iscriviti ORA alla nostra NewsLetter gratuita riceverai subito la 1° guida

 “I 7 pensieri primari
        per creare la tua vita più bella”




     

Lunedì-14/11
  
ma lei è pazzo o semplicemente stupido?
stupido è chi lo stupido fa ..

Sabato-01/10
  
Su cosa puoi focalizzare la tua attenzione per aumentare la qualità della tua vita?
Ci sono cose che non puoi controllare, gestire o indirizzare a tuo piacimento, altre sì!

Domenica-25/09
  
via della farnesina a Roma, palazzo crolla ..
La Verità è che tutto è transitorio e la maggior parte delle volte imprevedibile!!!

Giovedì-15/09
  
Tutti differenti e tutti diversamente necessari
4 sfumature di "vita"

Giovedì-04/08
  
I nostri Amici animali sanno perfettamente cosa vogliono e dove andare, ma soprattutto fanno una cosa per volta e fatta bene!
E noi?

Mercoledì-27/07
  
Il carcere di Santo Stefano
La più grande prigione di un uomo è quella che lui stesso si è costruita ..

Mercoledì-20/07
  
III) Area pratica per il "lavoro" su sé stessi.
"E fa l'Amore anche l'Anima"

Mercoledì-20/07
  
"Esercizio" sul Flusso secondo il Morphing
Impara ad utilizzare positivamente tutto quello che accade nella tua vita!

Venerdì-29/05
  
NON AVERE FRETTA, TROVA IL TEMPO PER ..
Abbiamo un grande Potere, il potere di creare la vita che desideriamo nel modo che vogliamo.

Venerdì-29/05
  
Walking Coaching lungo la Francigena
Avere una meta, un traguardo da raggiungere, un Sogno da realizzare, ci aiuta a vivere meglio ..


 Powered By APL Sistemi Srl
 Copyright © Ingegneriadelpensiero
home | Mental phisio Coaching | Contatti | Avvertenze | Privacy | Cookie policy